Caricamento...
Home/I nostri tour/Tour di due settimane per conoscere tribù e tradizioni del Madagascar

Tour di due settimane per conoscere tribù e tradizioni del Madagascar

Il Madagascar è un caleidoscopio di tribù e culture, con origini e tradizioni diverse, dalla Melanesia all’Africa profonda, dal nomadismo all’agricoltura stanziale. Ci sono tribù nomadi di mare, popolazioni ancora no contact, e altre che ricordano gli agricoltori del sud est asiatico … tutte con i propri usi, costumi e feste tipiche.

In questo viaggio di due settimane entreremo in contatto con più di dieci popoli diversi e approfondiremo la conoscenza etnologica del Madagascar, senza dimenticarci di visitare i parchi nazionali, tappe meravigliose lungo il nostro percorso.

  Quota a persona con guida, autista e sistemazioni in hotel di charme.

2466 2 partecipanti

1906 3 partecipanti

1922 4 partecipanti

  Quota a persona con autista e sistemazioni in hotel economy.

1394 2 partecipanti

1905 3 partecipanti

962 4 partecipanti

Mezzo 4×4 con autista da Antananarivo al mare, con carburante, pedaggi e parcheggi compresi

Guida parlante italiano (solo per charme)

Trasferimenti da e per hotel

15 notti in hotel con trattamento in mezza pensione (B&B per economy)

City Tour, escursioni e ingressi nei parchi

Pernottamento in camere doppie o triple

Bevande , mance e extra

I pranzi (e le cene per Economy)

Il volo interno 

Il volo intercontinentale dall’Italia

My Madagascar Viaggi, in collaborazione con l’associazione Enfants de l’avenir e il colleggio cattolico Elisabeth di Ambohidravaka, metterà a disposizione dei bambini della provincia di Antisirabe una borsa di studio, valida un anno, per ciascun turista che viaggerà con noi.

Itinerario di viaggio

Primo giorno
ANTANANARIVO
Arrivo all’aeroporto di Antananarivo, accoglienza e trasferimento all’hotel Maison Gallieni, un hotel costruito sui canoni dell’architettura tradizionale degli altopiani.

Secondo giorno
ANTANANARIVO-ANDASIBE 154 KM 3 h soste escluse
Partenza dall’hotel a Antananarivo e rotta verso la costa est; entriamo nel territorio della prima etnia del nostro viaggio: i Bezanozano, letteralmente quelli delle trecce, nome ricevuto dalla caratteristica acconciatura di tipo africano che questa popolazione sfoggia. Una piccola popolazione di forse quasi duecentomila persone che rifugiata nella foresta pluviale ha resistito fino all’ultimo alla dominazione della popolazione della capitale, i Merina. La strada per il villaggio di Andasibe nella foresta inizia a mostrarci la tipica architettura di questa popolazione, con case costruite su due livelli, spesso completamente in legno, adatte al clima umido e alle frequenti piogge. Nel cammino verso il parco di Andasibe ci fermeremo alla ferme Peyreras per conoscere un po’ della ricca fauna della foresta. Nel pomeriggio visita del caratteristico borgo di Andasibe, vecchia stazione forestiera durante la colonizzazione, che ci mostra l’evoluzione di un piccolo villaggio verso la modernità. Passeggiata notturna nella foresta accompagnati da una guida locale. Cena e pernottamento al Mantadia Lodge in bungalows in mezzo alla foresta.

Terzo giorno
ANDASIBE
Giornata completamente dedicata alla visita del parco nazionale di Andasibe e della foresta VOOI gestita direttamente dal villaggio. Una guida locale ci spiegherà l’importanza di tutto l’ecosistema e del rapporto molto stretto tra popolazione locale e soprattutto la ricchissima flora: la foresta dà da vivere al villaggio fornendo cibo, materiale da costruzione, medicine…
Cena e pernottamento al Mantadia Lodge in bungalows in mezzo alla foresta.

Quarto giorno
ANDASIBE – ANTSIRABE 313 KM 6 h escluse soste
Partenza per la città termale di Antsirabe, su una bellissima strada che attraversa colline e risaie; ritorniamo in effetti nel territorio della popolazione Merina, la popolazione della capitale, i cui regnanti sono riusciti a unificare l’isola. La laboriosità di questa popolazione si nota nel paesaggio più antropoformizzato di tutto il Madagascar: risaie su terrazze, piccoli ori davanti le graziose case in mattoni rossi, sentieri usati dai carretti di zebù caratterizzano tutto iil panorama. Sulla strada numerosi villaggetti si dedicano a piccole attività artigianali come la rafia o la lavorazione delle corna, fino ad arrivare a lavorazioni semi industriali nei villaggi maggiori come le fonderie artigianali di alluminio e le piccole fabbriche di calcetti balilla.

Nel pomeriggio giro in risciò di Antsirabe e visita ai laghi vulcanici che ornano la città.

Cena e pernottamento all’ hotel Couleur Cafe.

Quinto giorno
ANTSIRABE – AMBOSITRA 90 KM 2 h escluse soste
Partenza al mattino da Antsirabe per riprendere la strada verso sud; il paesaggio diventa ancora più montagnoso ma entriamo poco a poco nel territorio di un’altra popolazione, i betsileo, i più capaci costruttori di terrazzamenti in Madagascar e il panorama diventa veramente maestoso.

Tra i numerosi sottogruppi etnici dei Betsileo c’è la popolazione degli Zafimaniry, considerati dall’Unesco patrimonio dell’umanità per il loro savoir faire nell’arte della scultura e dell’intaglio del legno; visiteremo un villaggio tradizionale, costruito completamente in legno senza l’uso dei chiodi, destinato a essere spostato in passato quando la popolazione era ancora nomade. Entreremo nella casa del capovillaggio che ci spiegherà una serie di tradizioni architettoniche e artistiche che vengono rispettate da secoli nella costruzione. Nel pomeriggio ritorno nella città di Ambositra; cena e pernottamento all’hotel Artisan.

Sesto giorno
AMBOSITRA – SAHAMBAVY 130 KM 3 ore

Poco più di due ore di strada di montagna ci porteranno ai bordi di un piccola laghetto, circondato dalle sole piantagioni di the del Madagascar; un’industria fiorente dedicata quasi solo all’export di numerose varietà di the. Cena e pernattamento in bungalows su palafitta al Lac hotel.

Settimo giorno
SAHAMBAVY – MANAKARA 8/10 ore
Treno in direzione di Manakara: partenza alle 9 del mattino e arrivo previsto verso le 5 di pomeriggio.
Il treno passa attraverso il corridoio forestiero di Ranomafana, attraversando villaggi remoti che vivono in simbiosi con questa antica ferrovia, che è ancora la fierezza delle genti del posto.

Qui abita una delle popolazioni più caratteristiche del Madagascar, i Tanala, letteralmente gli abitanti della foresta, una etnia di circa mezzo milioni di appartenenti che vive in stretta simbiosi con la ricca flora endemica della regione. Sono reputati in tutto il Madagascar per la loro medicina tradizionale, basata sull’uso delle piante, a tal punto che molti studiosi specialmente nel settore della farmacia li affiancano per tendare di scoprire nuove soluzioni per la medicina occidentale.
Arrivo a Manakara e pernottamento all’hotel Parthenay sulla spiaggia dell’oceano indiano.

Ottavo giorno
MANAKARA
Siamo a Manakara, centro della popolazione Antemoro, letteralmente quelli della costa; popolazione che comprende circa mezzo milioni di abitanmti, discendo direttamente dalle popolazioni arabe che nel quattordicesimo secolo colonizzarono la regione. Popolazione a bse feudale, sono stati probabilmente gli Antemoro a portare la scrittura in Madagascar, caratterizzata fino a circa 200 anni fa da un alfabeto arabo.

Sono stati inoltre loro a creare il primo tipo di carta su cui scrivere, ricavata dalla corteccia di un arbusto e ancora spesso usata soprattutto a scopo decorativo.

Visita del canale di pangalanes in piroga tra piantagioni di spezie e olii essenziali. Pranzo a base di aragosta con i pescatori della popolazione Antemoro su una spiaggia disabitata dell’oceano indiano.
Ritorno all’hotel nel pomeriggio.

Nono giorno
MANAKARA – RANOMAFANA 180 KM 3 ore

Da Manakara ci spostiamo a Ranomafana e dopo una visita del villaggio e delle terme nel pomeriggio, visita serale del parco per l’osservazione di lemuri notturni e camaleonti.
Pernottamento e cena presoo l’hotel Thermal

Decimo giorno
RANOMAFANA – AMBALAVAO 110 KM 2 ore

Mattina dedicata all’esplorazione della foresta pluviale, in una lussureggiante vegetazione dove il tasso d’endemismo sia della fauna che della flora è unico al mondo. Una passeggiata di 3 ore che vi permetterà di osservare numerosi lemuri, alcuni dei quali esistenti solo in questo parco, e di apprezzare la ricchezza di una foresta pluviale.

Successivamente ci dirigeremo verso Ambalavao, non prima di una visita alla città di Fianarantsoa, capitale della popolazione Betsileo, iil cui centro storico è stato salvato pochi anni fa da un progetto che ha ricostruito tutti gli edifici che erano abbandonati o decadenti, rendendo questo borgo molto simile a un centreo storico medievale europeo.

Poi entreremo nella città di Ambalavao, dove osserveremo le donne occupate alla produzione di seta selvatica, tipica produzione locale e anche una piccola produzione di carta Antemoro.

Pernottamento e cena presoo l’hotel Betsileo Country Lodge

Undicesimo giorno
AMBALAVAO – ANDRINGITRA 20 KM asfalto e 20 KM di pista in terra 1,30 ore

Mattinata dedicata al parco Anja e alla scoperta dell’operosità della popolazione Betsileo, considerati tra i migliori agricoltori del Madagascar e maestri dei terrazzamenti per costruire campi di riso sui pendii. Passeremo in villaggetti rurali dove ci accoglierà il sempre presente sorriso dei bambini. Scopriremo le tombe nascoste nei crepacci degli antichi re della popolazione Bara, il tutto in una foresta montana caratterizzata dalla simpatica presenza dei lemuri Catta.

Cena e pernottamento al Camp Catta.

Dodicesimo giorno
ANDRINGITRA – ISALO 220 KM 3,30 ore

Mattinata completamente dedicata alla visita della valle del Tsaranoro, con un paesaggio lunare di alta montagna, con numerosi lemuri ai bordi del sentiero.

Ritorniamo dopo pranzo sulla strada statale 7 per ridirigerci di nuovo verso il sud. Il paesaggio ha un nuovo brusco cambiamento, diventando una prateria brulla e piatta, in cui gli enormi spazi dominano lo spirito del viaggiatore.

Una volta al parco dell’Isalo approfitteremo del pomeriggio in piscina per godere della vista sul massiccio arenario e per poi visitare la finestra dell’Isalo al tramonto.

Cena e pernottamento al Relais de la Reine.

Tredicesimo giorno
ISALO
Giornata dedicata completamente alla visita del parco dell’Isalo, un parco caratterizzato da montagne a cui l’erosione ha donato delle forme di piccolo Gran Canyon del Madagascar. Incastrate nelle vallette splendide piscine naturali e cascate in cui si potrà fare il bagno. Pick nick nel parco e ritorno all’hotel a fine pomeriggio.

Cena e pernottamento al Relais de la Reine.

Quattordicesimo giorno
ISALO – TULEAR 270 KM 4 ore
La strada riprende portandoci verso un clima semidesertico, dove la foresta spinosa inizia a mostrarsi assieme ai primi baobab.

Visita a Ilakaka della più grande miniera di zaffiri al mondo, per poi raggiungere Tulear, la più importante città della costa sud, appoggiata sul tropico del Capricorno.

Nel pomeriggio visita della foresta di Reniala caratterizzata da bellissimi Baobab a bottiglia e arrivo all’hotel Bakuba.

Quindicesimo giorno
TULEAR
Visita alla penisola di Sarodrano, il villaggio dei pescatori e le mangrovie.

Pernottamento e cena all’hotel Bakuba.

Estensioni mare

Scegli la personalizzazione del tuo viaggio in base ai tuoi desideri ed in base ai giorni che hai a disposizione, e ricorda: siamo sempre pronti a modificare ogni programma in base alle tue esigenze…basta chiedere!

  • Peter Pan
  • Five Senses Lodge
  • Salary Bay
  • Mamirano Lodge
  • Residence Eden Ecolodge
Per informazioni scriveteci

Tour simili che potrebbero interessarti

2019-11-24T10:53:42+01:00