NOSY KOMBA, TRA IL MADAGASCAR E NOSY BE

Nosy Komba

Nosy Komba

Durante il tragitto che vi porterà dal porto di Ankify a Nosy Be, vi verranno indicate alcune isole. Vedrete così per la prima volta da lontano un’isola di origine vulcanica imperdibile: si tratta dell’isolotto di Nosy Komba. Dalla barca che vi porterà a Nosy Be, Nosy Komba avrà le sembianze di una montagna interamente ricoperta di verde vegetazione.

Nosy Komba è una destinazione di vacanza apprezzata per le sue spiagge incontaminate e poco frequentate, e le sue acque che si prestano splendidamente alle immersioni. Ma non solo: Nosy Komba è anche un’isola interessante per effettuare alcune esplorazioni, come quelle che vi porteranno nella sua foresta primaria. Il clima dell’isola è ottimale tutto l’anno, anche quando – da giugno a settembre – si fa più fresco, o quando arriva la stagione delle piogge – tra dicembre e marzo. Proprio come accade a Nosy Be, infatti, gli inverni di Nosy Komba sono ideali per andare al mare, e la stagione ciclonica vede piovere sì regolarmente ma nelle ore notturne; al mattino, il potente sole dei tropici avrà asciugato ogni cosa, e le spiagge saranno accessibili come se non avesse piovuto. A Nosy Komba come a Nosy Be, è possibile assistere a piogge in giornata, ma questi rovesci durano al massimo un’ora o due.

Nosy Komba è un luogo lontano da ogni forma di progresso, un piccolo paradiso come non se ne vedono molti, ed è inserita nei vari circuiti turistici che propongono di scoprire le isole intorno a Nosy Be. Come per tutti i circuiti turistici, potete rivolgervi al vostro hotel, che vi proporrà una tariffa tutto incluso comprensiva di pranzo e di attività turistiche. Se tuttavia non desiderate unirvi a un gruppo di turisti, un altro modo di giungere molto semplicemente a Nosy Komba è quello di pagare una barca qualsiasi, principalmente dal porto di Hell Ville ma anche da altre spiagge di Nosy Be. Potrete negoziare con il proprietario della barca, ed egli vi porterà a Nosy Komba come ospiti privilegiati. Il tragitto da Nosy Be a Nosy Komba dura circa un quarto d’ora – venti minuti.

A Nosy Komba si sbarca generalmente sulla spiaggia del villaggio di Ampagorina, principale luogo di arrivo e situato vicino alla zona dei lemuri. Una volta sbarcati, verrete accolti da palme, tovaglie ricamate appese al vento, locali seduti sulla soglia delle proprie case e bambini che giocano sulla spiaggia. Gli abitanti dell’isola sono abituati ai turisti e proseguono tranquillamente con le loro faccende quotidiane, mentre passate loro accanto. Di turisti qui se ne vedono molti, attratti dall’atmosfera dell’isolotto e dai bellissimi lemuri scuri che qui vivono: le guide di Nosy Komba raccontano che gli antenati di questi lemuri vennero portati qui ai tempi delle regine e dei re del Madagascar. Oltre al villaggio di Ampagorina, è possibile sbarcare anche nel villaggio di Anjiabe.

NOSY KOMBA, L’ISOLA DEL LEMURE NERO

I lemuri di Nosy Komba riconoscono il richiamo “Maki – Maki”, ma forse più del richiamo riconoscono bene le banane che le guide offrono loro, mani tese in alto. Saltano così dagli alberi direttamente in spalla al visitatore che ha imparato a tendere il braccio con la frutta. Come tutti i lemuri, il Maki Macaco padrone dei luoghi non è aggressivo. E’ curioso, adorabile e goloso! Il maschio di questa specie è di un nero purissimo. La femmina ha un pelo più marrone e intorno al viso peluria bianca; la differenza è molto visibile. Se, dal vivo, sono uno spettacolo della natura, essi possono rivelarsi più difficili da fotografare rispetto a lemuri dai colori più chiari: una foto di voi con un Maki Macaco ben visibile sarà un vero tesoro!

Mentre camminate per le vie del villaggio di Ampagorina, venite salutati da innumerevoli tovaglie e altre rappresentazioni di arte fatta a mano: sculture, dipinti, souvenir. Le venditrici richiameranno la vostra attenzione e… perché no? Discutete bene il prezzo prima di fare un acquisto. Anche se ai nostri giorni non mancano le foto a ricordare luoghi e viaggi, Nosy Komba è uno di quei posti che meritano un ricordino al ritorno, appeso in casa o appoggiato a un comodino. Un’isola tropicale con appena quattromila abitanti, dove non esistono cose come una macchina, o come l’elettricità. Non esistono neanche strade; si cammina attraverso sentieri e tracciati: tanto basta, poiché sono pensati per gli esseri umani, gli unici a farne uso. Un vero paradiso!

ESCURSIONI E TREKKING A NOSY KOMBA

L’isola di Nosy Komba è, fra le isole dell’arcipelago di Nosy Be, la destinazione perfetta per chi adora la spiaggia ma sente allo stesso tempo la necessità di fare dello sport “terrestre”. Sono molti infatti i turisti che, avendo passato numerosi giorni a rilassarsi in riva alle acque tropicali, desiderano aggiungere attività che contemplino la marcia e l’esplorazione. Anche se di soli 25 chilometri quadrati, essendo di origine vulcanica Nosy Komba è tutto fuorché piatta: ecco quindi che l’intero posto diventa ideale per fare lunghe camminate in salite e in discesa, per trascorrere alcune ore di ottimo trekking! Il punto più alto dell’isola si erge a 622 metri di altitudine, e vi si giunge attraversando antiche piantagioni di ylang ylang, e facendo simpatici incontri con uccelli multicolori e farfalle. D’altronde a Nosy Komba, lo scoprirete presto, non vivono solo i Maki: serpenti, tartarughe, camaleonti… sono solo alcuni degli animali del Madagascar che popolano l’isola.

Ogni anno si svolge a Nosy Komba una maratona chiamata Makirun, che prevede tre percorsi differenti a seconda del livello dei partecipanti: un percorso lungo da 30 chilometri, un percorso medio da 20 chilometri e, infine, il Maki Junior e il Baby Run, rispettivamente rivolti ai bambini di più di 12 anni e meno di 12 anni. La prima edizione del Makirun ha avuto luogo nel 2013 e i partecipanti sono aumentati anno dopo anno, facendo presupporre che molte altre edizioni seguiranno.

Il progetto Makirun è nato per sottolineare la bellezza della natura di Nosy Komba e per apprezzarne ogni angolo: la corsa prevede infatti nella sua versione più lunga un dislivello di 3600 m, passando attraverso piantagioni di cacao, caffè e bambù, senza dimenticare le parti di spiaggia. Alla partenza, sulla spiaggia di Ampangorina, i partecipanti vengono incoraggiati dai locali che si riuniscono immancabilmente per quello che è l’evento dell’anno per questa piccola isola. Una volta raggiunte le alture di Nosy Komba, verrete accolti da una meravigliosa vista sull’intera isola fino a Nosy Be e fino alla costa del Madagascar che dà sull’isola. Per informazioni e per iscriversi, il sito della maratona è www.makirun.com, e la pagina facebook “Maki Run”. Se capitate dalle parti di Nosy Be in un mese di giugno, non mancate di informarvi!

RACCOMANDAZIONE IMPORTANTE

Prima di imbarcare per l’Isola di Nosy Komba, controllate di portare con voi il denaro necessario per il vostro soggiorno, in contanti e in moneta locale. Sull’isola non sono infatti presenti servizi bancari di alcun tipo. Troverete diversi sportelli automatici a questo scopo a Nosy Be.

2018-04-18T05:31:38+00:00