Home/Blog/La peste ricompare in Amoron’i Mania e Matsiatra Ambony

Dramma in una famiglia ad Andranomiditra Vohibato. Due sorelle, 19 e 4 anni, sono morte di peste bubbonica a settembre, secondo una fonte del distretto sanitario di Vohibato. “Non sono sopravvissute perché non hanno ricevuto le cure necessarie.

Vivono molto lontano da un centro sanitario di base (CSB), a tre ore a piedi “, ha detto ieri questa fonte. Altre tre persone hanno sviluppato sintomi di peste bubbonica in quel distretto nello stesso mese. Questi ultimi sono guariti essendo stati curati in tempo. Queste persone avrebbero preso la peste, vivendo nella foresta, dimora naturale dei topi. Da allora, Vohibato si è mobilitato per prevenire la diffusione della malattia.

“Le persone a contatto con i pazienti hanno ricevuto trattamenti profilattici per la prevenzione della malattia. Il villaggio è stato disinfettato. La popolazione è sensibilizzata alla prevenzione della peste. La sorveglianza è rafforzata “, aggiunge la nostra fonte. Casi di peste bubbonica e polmonare sono stati segnalati anche nella regione di Amoron’i Mania, Manandriana e Ambositra, secondo il Segretario Generale del Ministero della Salute Pubblica, Dr Fanja Dominique Rasamoelina. Un caso confermato e due casi sospetti (positivo al test diagnostico rapido, in attesa di conferma dall’Istituto Pasteur in Madagascar). Due sono guariti, compreso un caso di peste polmonare.

A Manandriana è in cura un caso di peste bubbonica. “Questo paziente mostra i sintomi della malattia, viene dal distretto di Ambositra. È assistito a Manandriana, perché è il centro sanitario più vicino a lui “, ha detto una fonte. Da settembre ad aprile è la stagione dell’epidemia di peste. I casi di peste vengono segnalati quasi ogni anno durante questa stagione, soprattutto negli altopiani, aree endemiche della peste. Tra agosto e novembre 2017, il Madagascar ha vissuto una grande epidemia di peste urbana.

Le autorità hanno contato più di duemilatrecento casi, inclusi duecento morti, in questo periodo. Un’epidemia di peste potrebbe riemergere, se le misure di prevenzione non vengono rafforzate.

Le carceri soffrono ancora del sovraffollamento

Un anno dopo che il presidente Andry Rajoelina si è impegnato a decongestionare le carceri, le persone detenute in Madagascar continuano a soffrire in carceri sovraffollate, dove sono fino a tre volte più numerose di quanto consentito dalla capacità,  ha dichiarato Amnesty International il 23 ottobre 2020. A causa dell'uso eccessivo della custodia cautelare, migliaia di persone languiscono nelle carceri malgasce senza essere state condannate per alcun reato. "Il presidente Andry Rajoelina ha infranto la sua promessa di decongestionare le prigioni del Madagascar, che sono tristemente sovraffollate. Anche se il nuovo coronavirus si diffonde in tutto il paese, le carceri rimangono piene di detenuti in custodia cautelare accusati di reati minori non violenti, tra cui molti bambini, ha affermato Deprose Muchena, direttore del programma dell'Africa orientale. e l'Africa meridionale ad Amnesty International. "A causa dei sistematici fallimenti del sistema giudiziario malgascio, migliaia di persone si ritrovano imprigionate anche prima di essere processate, provocando un grave sovraffollamento. Il presidente Andry Rajoelina deve rilasciare immediatamente coloro che sono in custodia cautelare, a cominciare da coloro che non rappresentano alcuna minaccia per la società, vale a dire quelli detenuti per reati minori commessi senza violenza, e i bambini, e assicura che gli altri detenuti abbiano accesso a cure mediche adeguate. " Covid-19 Il sovraffollamento delle carceri malgasce pone seri rischi per la salute e la sicurezza, soprattutto nel contesto della pandemia COVID-19. I detenuti in attesa di giudizio rappresentano il 54% della popolazione carceraria del Paese. Centinaia di bambini vengono così detenuti in condizioni deplorevoli, senza essere stati condannati per alcun reato: il 75% dei ragazzi e il 68% delle ragazze incarcerate sono in custodia cautelare. Andry Rajoelina ha concesso la grazia presidenziale a più di mille detenuti a giugno, aprendo la strada al loro rilascio, ma questa misura eccezionale purtroppo ha escluso tutti coloro che erano in custodia cautelare. Le carceri del paese hanno una capacità cumulativa di circa 10.000 detenuti. Tuttavia, nell'agosto 2020, questi 82 istituti hanno ospitato insieme più di 27.000 detenuti, quasi tre volte la loro capacità. Quel mese, 22 persone detenute sono state uccise dalle forze di sicurezza malgasce mentre cercavano di fuggire dalla prigione di Farafangana, nel sud-est del Paese. Altre decine di feriti gravi sono stati ricoverati. In tutto, 88 persone detenute sono fuggite. I diritti umani delle persone detenute vengono regolarmente violati a causa delle condizioni deplorevoli nelle carceri, tra cui cibo insufficiente e strutture igieniche scadenti. A causa della mancanza di spazio, queste persone devono dormire a turno sul pavimento. I fattori scatenanti della fuga da Farafangana sono state le terribili condizioni di vita, i maltrattamenti e la privazione dei contatti tra i detenuti e le loro famiglie. La maggior parte di coloro che sono fuggiti erano in custodia cautelare. “Molti di quelli detenuti nelle carceri malgasce sono stati a lungo detenuti senza processo e molti, compresi i bambini e coloro che sono accusati di reati minori, non dovrebbero nemmeno essere dietro le sbarre. Per cominciare, il presidente Andry Rajoelina potrebbe prendere in [...]

By |Ottobre 27th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

21 straordinari benefici del litchi per pelle, capelli e salute

21 straordinari benefici del litchi per pelle, capelli e salute Le scottanti estati portano con loro una varietà di frutti succosi e a base d’acqua che da soli bastano a solleticare le nostre papille gustative. Sono sicuro che molti di voi stanno aspettando l’arrivo dell’esotico litchi, che può essere piccolo in dimensioni ma, come si suol dire, “grandi sorprese vengono in piccoli pacchetti”. Lo sapevate che nell’antica Cina offrire in regalo del litchi a re e regine era considerato un grande onore? Sono numerosi i benefici di bellezza e di salute che possono provenire dal frutto del litchi, dalla perdita di peso e la digestione, alla cura dell’influenza fino alla riduzione dei segni della vecchiaia. Prima vediamo di conoscere brevemente alcune nozioni in merito a cos’è il litchi, e se i litchi possono fare qualcosa per voi. Litchi - Un sunto Nome scientifico – Litchi chinensis Famiglia - Sapindaceae Nativo di - Province di Kwangtung e Fukien nella Cina meridionale Altri nomi - Lichi (Hindi), Vilazi pazham (Tamil), lichi pazham (Malayalam) Il litchi viene coltivato in regioni tropicali e subtropicali ed è popolare in tutto il mondo. Questo frutto succulento e saporito cresce in grappoli su un albero sempreverde di medie dimensioni a crescita lenta che lo produce per un periodo di tempo limitato soltanto. L’albero dà vita anche a dei gradevoli fiori primaverili che vivono davvero poco. Il litchi ha una forma rotonda od ovale con una buccia rosata - marrone, una polpa tra traslucida e bianca e un seme non commestibile. E anche se ha una durata di vita piuttosto corta, questa succosa sorpresa estiva ha di più da offrire che il solo sapore. Il litchi è salutare? Sì. E’ altamente ricco in nutrienti e offre numerosi benefici, per la pelle, i capelli e la salute, che lo rendono altamente irresistibile. Fatti nutritivi sul litchi Il litchi ha un alto valore nutrizionale. E’ molto ricco in vitamina C, con all’incirca 71,5 mg su 100 grammi. E’ inoltre ricco in rame e fosforo. Quello che rende i litchi unici è che essi contengono il polifenolo Oligonol dalle proprietà antiossidanti e antivirali. Benefici del litchi Benefici per la pelle 1) Previene i segni dell’invecchiamento 2) Aiuta a rimuovere le macchie 3) Riduce le scottature dovute al sole 1) Previene i segni dell’invecchiamento Con gli anni, la pelle comincia a mostrare i primi segni dell’invecchiamento. Il litchi, con un uso topico, può aiutare a ritardare il loro apparire. Cosa serve 4-5 litchi, privati del seme e sbucciati ¼ banana matura Come procedere 1. Schiacciare la banana e i litchi. Mescolare bene perché formino una pasta liscia. 2. Massaggiare piano la pasta sul viso e sul collo usando movimenti circolari. 3. Tenere la maschera per 15 minuti e sciacquare con acqua fredda. Perché è efficace Con gli anni, il corpo produce sempre più radicali liberi. Questi radicali liberi danneggiano la pelle, causando rughe. I litchi sono ricchi in antiossidanti che si combinano ai radicali liberi e impediscono loro di recare danno alla [...]

By |Novembre 26th, 2017|Categories: Blog|0 Comments

Madagascar ospite d’onore all’African Business Week in Italia

Il Madagascar è stato, il 9 novembre 2020, il paese ospite d'onore della 4a edizione del “Forum de l'Italia Africa Business Week 2020” (IABW 2020), una delle più grandi fiere di imprese e cooperazione economica dell'Italia, che riunisce rappresentanti di Paesi, operatori economici e associazioni a vocazione economica dell'Italia e dei Paesi africani. Fin dal suo lancio, l'obiettivo del Forum è stato quello di sviluppare il commercio, le relazioni commerciali e gli investimenti tra Italia e Africa. Durante la conferenza di apertura del Forum, il Ministro degli Affari Esteri, Djacoba AS Oliva Tehindrazanarivelo, ha presentato le opportunità di business e di investimento, nonché i settori ad alto potenziale del Madagascar, in particolare l'estrazione mineraria, turismo, energia, infrastrutture, nuove tecnologie e agroalimentare. Ha inoltre evidenziato le azioni dello Stato malgascio volte a migliorare la governance e il clima degli investimenti, nel quadro dell'Iniziativa per l'emergenza del Madagascar avviata dal Presidente della Repubblica, Andry Rajoelina. Per raggiungere gli obiettivi della diplomazia economica attuati dal Ministero degli Affari Esteri, il Madagascar si apre a tutte le forme di cooperazione economica reciprocamente vantaggiosa. Gli investitori italiani saranno quindi invitati a contribuire alla sua marcia verso l'emergenza, sulla base di una partnership win-win.

By |Novembre 11th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Una seconda compagnia sbarca a Nosy Be

Marie Joseph Malé, Presidente e CEO di Air Austral, accoglie con favore la riapertura di Nosy Be al turismo. "Questo è un passo importante per Air Austral", spiega. La compagnia programmerà quindi i voli tra la Reunion  e Nosy Be dal 16 ottobre. D'altra parte, Air Austral specifica che nessun viaggio verso la la grande isola del Madagascar sarà autorizzato. I turisti dovranno rimanere a Nosy Be. I primi due voli sono previsti tra la Reunion Island e Nosy Be, utilizzando un Boeing 737-800 con una capacità di 162 posti. Si tratta di due voli Reunion <> Nosy Be che collegano Parigi <> Reunion voli, venerdì 16 e 23 ottobre. Air Austral ha detto, tuttavia, che un programma di volo più ampio potrebbe essere messo in atto dall'inizio di novembre, a seconda dell'evoluzione della situazione. “Un aggiornamento della situazione a metà ottobre consentirà di prendere una decisione definitiva” indica la società. Come spiegato dalle autorità, gli spostamenti dei turisti in loco saranno inizialmente limitati all'isola di Nosy Be e agli arcipelaghi ad essa annessi. Nessun viaggio verso la gande isola del Madagascar sarà autorizzato. I passeggeri di questi voli sono soggetti allo stesso protocollo sanitario delle altre compagnie aeree che servono Nosy Be. Tra questi, l'obbligo di presentare un test RT-PCR negativo effettuato entro 3 giorni prima dell'imbarco. I passeggeri che non abbiano effettuato in precedenza questo test o quelli con esito positivo non potranno salire a bordo dell'aereo. Una volta a Nosy Be, è obbligatorio anche il test PCR e il rispetto di un massimo di 48 ore di isolamento del confino a spese del passeggero in attesa dei risultati del test.

By |Ottobre 10th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

L’ufficializzazione della creazione dell’attesissima 23a regione

Dopo le regioni di Anosy e Androy, da venerdì il presidente del Madagascar Andry Rajoelina è in tournée nella regione di Vatovavy Fitovinany. In questo momento la questione della divisione in due di questa regione, con la creazione della 23a regione del Madagascar, Fitovinany, è in pieno svolgimento, questa visita ha il suo destino politico. Tanto più che la questione dovrebbe essere affrontata per la prima volta a livello parlamentare durante la seconda sessione ordinaria che si aprirà martedì 20 ottobre. A prima vista, questa discesa nella regione di Vatovavy Fitovinany ha un carattere economico poiché da quel primo giorno il Presidente della Repubblica ha inaugurato un nuovo edificio di una fabbrica di miele Saint-Joseph a Manakara. Si tratta di un'unità di confezionamento del miele prodotto dagli apicoltori dei 18 comuni della città e dei suoi dintorni. Un progetto che nasce dalla collaborazione del programma “Fihariana”, avviato da Andry Rajoelina, con operatori economici come la società “Senteurs et saveurs de Madagascar (SSM). "Seguendo l'esempio della vaniglia del Madagascar, la cui qualità è riconosciuta in tutto il mondo, dobbiamo sostenere tutte le innovazioni volte a sostenere i nostri produttori locali affinché possano migliorare la qualità dei loro prodotti e portare in alto il nome del Madagascar". , ha detto il presidente. Grazie al progetto Soa Tantely, il Programma Fihariana fornisce supporto tecnico, nonché i finanziamenti necessari agli apicoltori locali per migliorare la qualità del miele e aumentare le loro capacità produttive. Il finanziamento nell'ambito di questo programma ammonta a Ariary 1.297.700.000. 188 apicoltori dei 18 comuni beneficiari hanno beneficiato di questo finanziamento e della formazione nel quadro dell'attuazione di questo programma. Questo creerà quindi 564 posti di lavoro per gli apicoltori e aumenterà la produzione di miele nelle regioni fino a 160 tonnellate, poiché il progetto ha permesso di finanziare 3.760 alveari con una capacità di produzione di 600 litri e 3 raccolti per anno dagli apicoltori. Ma alla fine, è davvero una visita di natura politica nel quadro dell'istituzione della 23a regione del Madagascar, che è anche una delle promesse della campagna di Andry Rajoelina. Infatti, all'ordine del giorno del presidente ci sono gli incontri con i capi abituali e gli Ampanjaka di Manakara, Namorona e Mananjary che costituiscono un vero comitato di saggi, inevitabile in questa parte del Madagascar, quando si tratta di prendere un'importante decisione politica, economica o sociale che riguarda la regione e la popolazione.

By |Ottobre 11th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Sei morti per carestia ad Ampanihy

La carestia imperversa nella parte meridionale del Madagascar. Lunedì scorso, il deputato di Ampanihy Ouest, Marco Tsaradia, ha annunciato sulla sua pagina Facebook, sei morti a causa della carestia, nella fokontany Ampitanake, nel comune rurale di Itampolo. “  Diversi fokontany (villaggi) nel distretto di Ampanihy soffrono la carestia. La gente del posto è costretta a consumare cactus rossi, manghi verdi cotti e bacche di tamarindo per sopravvivere. Alcune famiglie deplorano le morti a causa del Kere, di cui sei nella fokontany di Ampitanake  ” , ha detto il vice Marco Tsaradia. "  Siamo commossi alla vista delle foto e dei video condivisi dall'Associazione Sud-Mada Charity sulla carestia nel Sud  ", secondo il deputato. Questa associazione sottolinea nella sua pagina Facebook ufficiale che la morte dei sei bambini è avvenuta in una sola settimana. A seguito di una conversazione telefonica con una fonte dell'associazione, questi decessi sono avvenuti ad Ampitanake poche settimane fa, mentre altri sono stati segnalati un mese fa, secondo l'indagine svolta da questo associazione umanitaria con sede ad Ampanihy. Il deputato ha indicato che i membri dell'ESTSM o Solid Team Tsaradia per il sud del Madagascar, in collaborazione con l'Associazione Sud Mada Charity, hanno già effettuato una discesa sul luogo e hanno notato la situazione di precarietà e carestia in diversi distretti di Ampanihy. Indagine Inoltre, il capo del distretto di Ampanihy, Jovin Thomas Andriamaro ha spiegato che “  il distretto non è ancora stato informato del rapporto riguardante queste morti di carestia, ma sentiamo i presidenti di Fokontany che parlano dell'esistenza di queste morti. morti collettive. Ma in assenza di un rapporto ufficiale, non possiamo confermare l'esistenza di queste morti. D'altra parte, possiamo dire che la carestia ha iniziato a imperversare due settimane fa. Nove dei diciannove (19) comuni di Ampanihy ora soffrono di Kére e gli abitanti consumano ancora manghi verdi che cucinano. E come soppressori dell'appetito, per placare il loro desiderio di mangiare, bevono l'acqua di Fangitse, un arbusto che produce acqua dopo il trattamento  ”. Il capo del distretto ha sottolineato che i bambini sotto i 5 anni sono i più vulnerabili. Molti di questi bambini sono molto stanchi e molto magri, con grandi teste e grandi pance. “  Stiamo ancora indagando su questa carestia nel nostro distretto e attualmente abbiamo identificato ottocento (800) persone vulnerabili nel comune urbano di Ampanihy. La maggior parte delle famiglie non può più procurarsi cibo per mancanza di potere d'acquisto  ”, secondo il capo del distretto. Un'altra fonte ad Ampanihy spiega che “  la fokontany Ampitanake, comune di Itampolo, dove sono stati scoperti i sei casi di morte pubblicati su Facebook, è molto isolata, e si trova a 190 km dal capoluogo. Non esiste una rete telefonica in questo paese e nessun mezzo di trasporto per raccogliere dati lì, motivo per cui non disponiamo ancora delle cifre esatte. Inoltre, i comuni di Beahitse, Itampolo, Ankilimivoy, Bearo sono tra gli altri i comuni più colpiti dall'insicurezza alimentare nel nostro distretto  ”. I funzionari dell'Ufficio nazionale per la gestione dei rischi e dei disastri (BNGRC) con partner tecnici e finanziari stanno facendo irruzione ad Ampanihy come parte della creazione di [...]

By |Ottobre 21st, 2020|Categories: Blog|0 Comments
2020-10-19T18:49:01+01:00

Share This Story, Choose Your Platform!

Torna in cima