Dramma in una famiglia ad Andranomiditra Vohibato. Due sorelle, 19 e 4 anni, sono morte di peste bubbonica a settembre, secondo una fonte del distretto sanitario di Vohibato. “Non sono sopravvissute perché non hanno ricevuto le cure necessarie.

Vivono molto lontano da un centro sanitario di base (CSB), a tre ore a piedi “, ha detto ieri questa fonte. Altre tre persone hanno sviluppato sintomi di peste bubbonica in quel distretto nello stesso mese. Questi ultimi sono guariti essendo stati curati in tempo. Queste persone avrebbero preso la peste, vivendo nella foresta, dimora naturale dei topi. Da allora, Vohibato si è mobilitato per prevenire la diffusione della malattia.

“Le persone a contatto con i pazienti hanno ricevuto trattamenti profilattici per la prevenzione della malattia. Il villaggio è stato disinfettato. La popolazione è sensibilizzata alla prevenzione della peste. La sorveglianza è rafforzata “, aggiunge la nostra fonte. Casi di peste bubbonica e polmonare sono stati segnalati anche nella regione di Amoron’i Mania, Manandriana e Ambositra, secondo il Segretario Generale del Ministero della Salute Pubblica, Dr Fanja Dominique Rasamoelina. Un caso confermato e due casi sospetti (positivo al test diagnostico rapido, in attesa di conferma dall’Istituto Pasteur in Madagascar). Due sono guariti, compreso un caso di peste polmonare.

A Manandriana è in cura un caso di peste bubbonica. “Questo paziente mostra i sintomi della malattia, viene dal distretto di Ambositra. È assistito a Manandriana, perché è il centro sanitario più vicino a lui “, ha detto una fonte. Da settembre ad aprile è la stagione dell’epidemia di peste. I casi di peste vengono segnalati quasi ogni anno durante questa stagione, soprattutto negli altopiani, aree endemiche della peste. Tra agosto e novembre 2017, il Madagascar ha vissuto una grande epidemia di peste urbana.

Le autorità hanno contato più di duemilatrecento casi, inclusi duecento morti, in questo periodo. Un’epidemia di peste potrebbe riemergere, se le misure di prevenzione non vengono rafforzate.

Settore vaniglia: prezzi ben al di sotto delle aspettative

L'implementazione del prezzo di riferimento per la vaniglia rientra nelle strategie adottate dallo Stato per sostenere il mercato della vaniglia. Tuttavia, dall'inizio della campagna di esportazione, la realtà è molto diversa ed è lontana dal riflettere le previsioni delle autorità. Dopo aver consultato il National Vanilla Council (CNV), è stata rilasciata una circolare che definisce i prezzi di riferimento per la campagna 2020-2021. Il prezzo minimo della vaniglia preparata, stabilizzato sul mercato locale per la campagna 2020-2021, è di seicentocinquantamila Ariary mentre il prezzo di esportazione “Free On Board” (FOB) è stato fissato a due centocinquanta dollari dopo una decisione congiunta del Ministero dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato (MICA) e del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF), nella circolare del 15 luglio. D'altra parte, dal 15 settembre, data di apertura per l'esportazione di vaniglia preparata dal Madagascar per la stagione 2020-2021, la maggior parte dei produttori si è lamentata della volatilità dei prezzi che si sta rivoltando contro di loro. "I collettori ci propongono prezzi irrisori, troppo lontani da quanto annunciato qualche mese fa dalle autorità in apertura della campagna" lamenta Lydia Rasoalalaina, produttrice e socia di una cooperativa di piccoli produttori nella regione di Ambanja. Aggiunge: “Dobbiamo rinunciare a circa duecentocinquantamila ariary al chilo per, nella migliore delle ipotesi, recuperare il nostro investimento annuale. Nel peggiore dei casi, alcuni di noi si rassegnano a vendere in perdita nella speranza di recuperare un minimo di denaro. Tuttavia, è stato annunciato all'inizio della campagna che la rigorosa applicazione del prezzo di riferimento sarà particolarmente monitorata per rassicurare gli acquirenti internazionali. I clienti internazionali si aspettano che il prezzo crolli nonostante ciò. Infatti, secondo le previsioni degli osservatori all'interno di Mintec Vanilla Survey, piattaforma di osservazione del settore, la campagna globale vaniglia 2020/21 parte con volumi di produzione significativi e calo della domanda, causando una caduta dei prezzi. Il Madagascar ha cercato di ridurre l'impatto o respingerlo fissando un prezzo minimo all'esportazione alla fine di febbraio, tutte le qualità di vaniglia combinate. Essendo di gran lunga il più grande attore mondiale nel settore della vaniglia, tutti gli altri paesi produttori stanno aspettando di vedere quale sarà il prezzo mondiale reale. “Il raccolto è di circa millecinquecento, una quantità notevolmente inferiore rispetto alle stagioni precedenti. Il prezzo di riferimento Mintec per la vaniglia di qualità gourmet FOB Madagascar veniva scambiato in un intervallo compreso tra cinquecento e seicento dollari al chilo all'inizio della campagna 2019. Tuttavia, mentre la stagione continuava e il 2019 andava avanti conclusa con scorte ancora abbondanti nel paese, i prezzi sono crollati fino a trecentodieci dollari al chilo. Quando il prezzo della vaniglia scende di quasi il 50% e hai un paese fortemente dipendente dall'industria della vaniglia, diventa un problema. Come promemoria, la vaniglia rappresenta circa il 10% del PIL del Madagascar ”confida uno degli specialisti della vaniglia all'interno della piattaforma.

By |Novembre 3rd, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Camaleonte del Madagascar visto per la prima volta dopo 100 anni

Questo venerdì, 30 ottobre, un team di scienziati tedeschi e malgasci ha annunciato la riscoperta del misterioso camaleonte Voeltzkow, un magnifico animale sfuggito al rilevamento per un secolo, riferisce The Independent . I ricercatori hanno individuato il camaleonte durante una spedizione nel nord-ovest dell'isola. Nonostante il suo talento per il camuffamento, gli scienziati hanno ipotizzato che se l'animale non fosse stato visto per 100 anni, è perché vive solo durante la stagione delle piogge. Durante questi pochi mesi, lascia il suo uovo, cresce rapidamente, affronta i suoi rivali, compagni e partorisce a turno, prima di morire una vita frenetica. " È un po 'come le farfalle dei vertebrati ", dice lo zoologo bavarese Frank Glaw. Quando sono incinte, le femmine si adornano di colori sublimi, che hanno permesso la loro osservazione. I ricercatori stanno accompagnando il loro prezioso studio con un avvertimento: non solo i camaleonti di Voeltzkow sono animali fragili, ma il loro habitat è minacciato dalla deforestazione. È quindi necessario mettere in atto misure di protezione che consentano loro di vivere per molti altri secoli, anche fuori dalla vista.

By |Ottobre 31st, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Covid-19: 5 morti e 17 casi importati

Secondo l'ultima valutazione epidemiologica del Covid-19 pubblicata dal Ministero della Salute Pubblica, nella settimana dal 31 ottobre al 7 novembre sono stati registrati 5 nuovi decessi nel Paese. Sono state rilevate 122 nuove contaminazioni, inclusi 17 casi importati. Queste 122 nuove contaminazioni sono state riscontrate su 2.495 test eseguiti, con un tasso di positività del 4,88%. Il numero totale di casi confermati registrati si attesta quindi a 17.223 con 249 decessi dall'inizio della pandemia. I 17 casi importati provengono da voli autorizzati con l'estero, compreso l'ultimo volo di rimpatrio per cittadini malgasci il 31 ottobre. Secondo una fonte del ministero della Salute, ieri le persone positive a seguito del nuovo test effettuato al loro arrivo sono state sistematicamente trasferite in ambiente ospedaliero. Valutazione dell'ultima situazione Covid-19 in Madagascar: - Nuove contaminazioni : 122 casi rilevati su 2.495 test PCR e test GeneXpert (con un tasso di positività dello 04,88%), Haute-Matsiatra: 20 casi positivi Alaotra Mangoro: 19 Analamanga: 17 Diana: 11 Sava: 10 Vatovavy Fitovinany: 8 Atsimo Andrefana: 5 Anosy: 4 Vakinankaratra: 3 Atsinanana: 3 Menabe: 2 Boeny: 2 Ihorombe: 1 Casse importate: 17 - Nuovi casi di recupero : 107, Diana: 31 guarita Vatovavy Fitovinany: 27 Sava: 20 Analamanga: 10 Atsimo Andrefana: 5 Ihorombe: 5 Alaotra Mangoro: 4 Matsiatra superiore: 3 - Riepilogo dell'ultima situazione : Contaminati: 17 223 Guariti: 16.516 Pazienti in trattamento: 468 Morti: 249 - Test effettuati PCR e GeneXpert : 91.999 (tra il 19 marzo e il 07 novembre)

By |Novembre 12th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

21 straordinari benefici del litchi per pelle, capelli e salute

21 straordinari benefici del litchi per pelle, capelli e salute Le scottanti estati portano con loro una varietà di frutti succosi e a base d’acqua che da soli bastano a solleticare le nostre papille gustative. Sono sicuro che molti di voi stanno aspettando l’arrivo dell’esotico litchi, che può essere piccolo in dimensioni ma, come si suol dire, “grandi sorprese vengono in piccoli pacchetti”. Lo sapevate che nell’antica Cina offrire in regalo del litchi a re e regine era considerato un grande onore? Sono numerosi i benefici di bellezza e di salute che possono provenire dal frutto del litchi, dalla perdita di peso e la digestione, alla cura dell’influenza fino alla riduzione dei segni della vecchiaia. Prima vediamo di conoscere brevemente alcune nozioni in merito a cos’è il litchi, e se i litchi possono fare qualcosa per voi. Litchi - Un sunto Nome scientifico – Litchi chinensis Famiglia - Sapindaceae Nativo di - Province di Kwangtung e Fukien nella Cina meridionale Altri nomi - Lichi (Hindi), Vilazi pazham (Tamil), lichi pazham (Malayalam) Il litchi viene coltivato in regioni tropicali e subtropicali ed è popolare in tutto il mondo. Questo frutto succulento e saporito cresce in grappoli su un albero sempreverde di medie dimensioni a crescita lenta che lo produce per un periodo di tempo limitato soltanto. L’albero dà vita anche a dei gradevoli fiori primaverili che vivono davvero poco. Il litchi ha una forma rotonda od ovale con una buccia rosata - marrone, una polpa tra traslucida e bianca e un seme non commestibile. E anche se ha una durata di vita piuttosto corta, questa succosa sorpresa estiva ha di più da offrire che il solo sapore. Il litchi è salutare? Sì. E’ altamente ricco in nutrienti e offre numerosi benefici, per la pelle, i capelli e la salute, che lo rendono altamente irresistibile. Fatti nutritivi sul litchi Il litchi ha un alto valore nutrizionale. E’ molto ricco in vitamina C, con all’incirca 71,5 mg su 100 grammi. E’ inoltre ricco in rame e fosforo. Quello che rende i litchi unici è che essi contengono il polifenolo Oligonol dalle proprietà antiossidanti e antivirali. Benefici del litchi Benefici per la pelle 1) Previene i segni dell’invecchiamento 2) Aiuta a rimuovere le macchie 3) Riduce le scottature dovute al sole 1) Previene i segni dell’invecchiamento Con gli anni, la pelle comincia a mostrare i primi segni dell’invecchiamento. Il litchi, con un uso topico, può aiutare a ritardare il loro apparire. Cosa serve 4-5 litchi, privati del seme e sbucciati ¼ banana matura Come procedere 1. Schiacciare la banana e i litchi. Mescolare bene perché formino una pasta liscia. 2. Massaggiare piano la pasta sul viso e sul collo usando movimenti circolari. 3. Tenere la maschera per 15 minuti e sciacquare con acqua fredda. Perché è efficace Con gli anni, il corpo produce sempre più radicali liberi. Questi radicali liberi danneggiano la pelle, causando rughe. I litchi sono ricchi in antiossidanti che si combinano ai radicali liberi e impediscono loro di recare danno alla [...]

By |Novembre 26th, 2017|Categories: Blog|0 Comments

Distretto della rafia: la regione Sofia si dota di un centro di trattamento

Visitando Antsohihy, nella regione di Sofia, il Ministro dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato, Lantosoa Rakotomalala, ha consegnato una serie di attrezzature al Centro regionale per l'artigianato malgascio (CERAM). Materiali per migliorare la qualità della rafia malgascia Annunciato pochi giorni fa in un comunicato stampa del Ministero responsabile dell'artigianato, il 14 ottobre 2020 è stato consegnato un set di attrezzature per il trattamento della rafia al Centro regionale per l'artigianato malgascio ( CERAM) di Sofia, con sede ad Antsohihy. Data la sua portata nel settore dell'artigianato, il settore della rafia è una delle priorità all'interno di MICA. È così che sono state installate moderne apparecchiature tendenti a una qualche forma di automazione: due grandi telai, due stampanti 3D, attrezzature per incisione CNC. L'obiettivo di MICA di sostenere lo sviluppo qualitativo e quantitativo del settore viene quindi confermato attraverso questa azione. Il ministero sta inoltre rafforzando le sue azioni per professionalizzare e promuovere il settore, in particolare in questa regione produttrice. Questa fornitura di materiali mira a consentire agli artigiani di soddisfare la domanda di un mercato internazionale esigente, come COMESA, e di promuovere il know-how e la cultura malgascia. Un importante supporto per lo sviluppo dell'imprenditorialità femminile nella regione 20 artigiane della regione sono state identificate come le prime beneficiarie di questo workshop. Tuttavia, l'accesso al laboratorio è aperto alle associazioni di artigiani che esprimono interesse ad aderire a questa visione di stabilire una qualità superiore della rafia. Queste azioni del Ministero tendono in modo concreto alla realizzazione del Velirano, istituito dal Capo dello Stato, in particolare il 6 ° sull'occupazione dignitosa per tutti e il 7 ° sulla promozione dell'imprenditorialità femminile nelle regioni. Avendo sostenuto il Ministro: " Incubatore di imprese, terreno fertile per un'occupazione dignitosa, il settore dell'artigianato partecipa alla crescita e allo sviluppo del Madagascar e contribuisce efficacemente alla riduzione povertà così come l'influenza della sua cultura a livello internazionale. » Inoltre, la consegna di questi materiali avviene in un momento in cui riposizionarsi in termini di qualità del lavoro è una necessità per affrontare un'economia segnata dallo sconvolgimento causato da COVID-19.  

By |Ottobre 15th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Il cambiamento climatico potrebbe uccidere la vaniglia

La vaniglia è un'orchidea che ha più di 100 specie distribuite ai tropici del Sud America , Africa e Asia . È l'unica orchidea per uso industriale e la più conosciuta è la vaniglia planifolia da cui si estrae la vaniglia che ha tanti usi in tutto il mondo. È originario di Veracruz, in Messico , dove gli indiani Totonac lo coltivavano già come fiore nero. Furono gli spagnoli che poi iniziarono ad esportarlo. Oggi, l'80% della vaniglia consumata nel mondo viene prodotta in Madagascar , dove il cambiamento climatico sta diventando molto evidente. Siccità e tempeste tropicali sempre più intense mettono così a repentaglio la produzione e ne aumentano il prezzo. Inoltre, vere e proprie gang hanno creato il traffico internazionale rubando la produzione e poi vendendola sul mercato. La vaniglia è uno dei gusti più utilizzati al mondo per la realizzazione di gelati, dolciumi e aromi ma, paradossalmente, la sua produzione è in calo, il che incide sui suoi prezzi che stanno diventando sempre più alti. Va detto che le condizioni meteorologiche a volte estreme non consentono ai produttori di avere un orizzonte chiaro . Sapevamo già che il cambiamento climatico può lasciarci senza cioccolato, caffè o birra . Anche minore, può avere un tale impatto che un lungo elenco di prodotti comuni nella nostra vita inizia ad avere problemi nella loro produzione. Alcuni di loro si verificano in climi molto specifici e possono essere seriamente minacciati. Ad esempio, nel 2017, il ciclone Enawo ha colpito il Madagascar , uccidendo almeno 38 persone e sfollando più di 53.000. Il suo impatto sull'economia dell'isola è stato particolarmente significativo. Questo evento da solo ha rovinato il 30% dei raccolti di vaniglia, molti dei quali erano irrecuperabili a causa di danni al terreno. Questi tipi di impatti climatici rendono il compito degli agricoltori sempre più complesso e con un indice di incertezza più elevato. Questo è il motivo per cui il prezzo della vaniglia ha continuato ad aumentare nell'ultimo decennio , le difficoltà della sua produzione l'hanno portato ad essere moltiplicato per 8. Nel 2019 un rapporto ha indicato che il prezzo della vaniglia la vaniglia era cresciuta così tanto che valeva quanto i soldi . Questo ingrediente, oltre al Madagascar, è coltivato in India , Papua Nuova Guinea e Uganda, tra gli altri produttori di questo tipo di orchidea. Ma anche in Indonesia che è il secondo produttore mondiale. Ci vogliono tre anni perché la vaniglia fiorisca . Una volta aperti, i suoi delicati fiori gialli sopravvivono a malapena dodici ore prima di appassire, e questo accade solo una volta all'anno. In questo breve tempo il fiore va fecondato, perché senza impollinazione non c'è baccello . E in assenza dell'ape Melipona, che era incaricata di svolgere questo lavoro in modo naturale e gratuito nello stato di Veracruz, il processo viene ora svolto a mano , utilizzando una sottile canna di bambù. Un'arte particolarmente delicata! Dopo nove mesi, quando i baccelli sono ancora verdi e prima che inizino a ingiallire, vengono [...]

By |Novembre 24th, 2020|Categories: Blog|0 Comments
2020-10-19T18:49:01+01:00

Share This Story, Choose Your Platform!

Torna in cima