I passeggeri sui voli nazionali non sono più tenuti a presentare un test PCR negativo prima di imbarcarsi su un volo della compagnia aerea Tsaradia. In altre parole, il test PCR non è più obbligatorio. La decisione è stata presa a seguito della revoca dello stato di emergenza sanitaria in Madagascar.

Questa nuova disposizione entra in vigore da oggi stesso per ogni passeggero in partenza da Antananarivo per le province, e per ogni passeggero in partenza dalle province per Antananarivo, indica la compagnia Tsaradia.

La compagnia invita comunque i passeggeri a rispettare i gesti di barriera in ogni fase del viaggio. Questi includono il rispetto delle distanze fisiche, l’uso di una maschera e il lavaggio frequente delle mani con gel idroalcolico.

Scuola gratuita: un sogno per molti

L'iscrizione gratuita nelle scuole pubbliche è lungi dall'essere applicata alla lettera e rimane una sfida. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha quindi annunciato che effettuerà sopralluoghi a livello delle scuole pubbliche per controllare e sanzionare i capi degli istituti che ancora richiedono ai genitori degli alunni il pagamento della quota di iscrizione e dei contributi.  “ Saranno puniti i responsabili di scuole pubbliche, collegi e licei che chiedono il pagamento della quota di iscrizione. È probabile che passino in consiglio disciplinare (CODIS) o siano passibili di licenziamento ”, ha dichiarato ieri il capo del distretto scolastico (CISCO) della città di Antananarivo, Lalaina Ramananantony. I funzionari della ZAP (Educational Administration Zones) accelereranno le ispezioni e riferiranno prontamente le violazioni al CISCO, ha affermato. I genitori non dovranno pagare nulla secondo una decisione presa dal Consiglio dei ministri, eppure la realtà è diversa in alcune scuole. Con chi ha già pagato la quota di iscrizione e chiede il rimborso, un vero grattacapo per le scuole, altri che continuano a chiedere la quota di iscrizione, la situazione si confonde. Nei giorni scorsi i genitori degli studenti di una scuola elementare pubblica di Antandrokomby Anosizato hanno addirittura manifestato per opporsi al pagamento della quota di iscrizione richiesta dalla scuola. Da parte sua, a seguito di questa decisione del governo, l'Unione degli insegnanti del Madagascar o Sempama Nosy ha rilasciato un comunicato stampa per chiedere misure di sostegno per il corretto funzionamento degli istituti. Chiede prima l'arrivo puntuale del budget riservato al fondo scolastico. Anzi, il budget stanziato per il fondo scuola arriva spesso in ritardo quando è necessario onorare le spese scolastiche come i piccoli acquisti (gesso, spugna, scopa, stipendio del tutore ...). Con il contributo dei genitori degli studenti e le tasse di iscrizione, diverse scuole soffrivano già di difficoltà operative, sia finanziarie che materiali, la Sempama ha poi proposto un aumento del budget di funzionamento delle scuole. Il sindacato chiede inoltre che il pagamento degli stipendi di tutti gli insegnanti, del personale amministrativo e delle guardie scolastiche FRAM sia pagato dallo Stato. D'altra parte, Sempama Nosy chiede la continuazione del reclutamento degli insegnanti FRAM e la revisione al rialzo delle indennità degli insegnanti. Secondo un rapporto del ministro dell'Istruzione nazionale rivelato ieri dal Capo dello Stato durante una consegna di kit scolastici agli studenti di Antsohihy nella regione di Sofia, il numero di iscrizioni alle scuole pubbliche è aumentato in seguito tasse di registrazione gratuite.

By |Ottobre 16th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Settore vaniglia: prezzi ben al di sotto delle aspettative

L'implementazione del prezzo di riferimento per la vaniglia rientra nelle strategie adottate dallo Stato per sostenere il mercato della vaniglia. Tuttavia, dall'inizio della campagna di esportazione, la realtà è molto diversa ed è lontana dal riflettere le previsioni delle autorità. Dopo aver consultato il National Vanilla Council (CNV), è stata rilasciata una circolare che definisce i prezzi di riferimento per la campagna 2020-2021. Il prezzo minimo della vaniglia preparata, stabilizzato sul mercato locale per la campagna 2020-2021, è di seicentocinquantamila Ariary mentre il prezzo di esportazione “Free On Board” (FOB) è stato fissato a due centocinquanta dollari dopo una decisione congiunta del Ministero dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato (MICA) e del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF), nella circolare del 15 luglio. D'altra parte, dal 15 settembre, data di apertura per l'esportazione di vaniglia preparata dal Madagascar per la stagione 2020-2021, la maggior parte dei produttori si è lamentata della volatilità dei prezzi che si sta rivoltando contro di loro. "I collettori ci propongono prezzi irrisori, troppo lontani da quanto annunciato qualche mese fa dalle autorità in apertura della campagna" lamenta Lydia Rasoalalaina, produttrice e socia di una cooperativa di piccoli produttori nella regione di Ambanja. Aggiunge: “Dobbiamo rinunciare a circa duecentocinquantamila ariary al chilo per, nella migliore delle ipotesi, recuperare il nostro investimento annuale. Nel peggiore dei casi, alcuni di noi si rassegnano a vendere in perdita nella speranza di recuperare un minimo di denaro. Tuttavia, è stato annunciato all'inizio della campagna che la rigorosa applicazione del prezzo di riferimento sarà particolarmente monitorata per rassicurare gli acquirenti internazionali. I clienti internazionali si aspettano che il prezzo crolli nonostante ciò. Infatti, secondo le previsioni degli osservatori all'interno di Mintec Vanilla Survey, piattaforma di osservazione del settore, la campagna globale vaniglia 2020/21 parte con volumi di produzione significativi e calo della domanda, causando una caduta dei prezzi. Il Madagascar ha cercato di ridurre l'impatto o respingerlo fissando un prezzo minimo all'esportazione alla fine di febbraio, tutte le qualità di vaniglia combinate. Essendo di gran lunga il più grande attore mondiale nel settore della vaniglia, tutti gli altri paesi produttori stanno aspettando di vedere quale sarà il prezzo mondiale reale. “Il raccolto è di circa millecinquecento, una quantità notevolmente inferiore rispetto alle stagioni precedenti. Il prezzo di riferimento Mintec per la vaniglia di qualità gourmet FOB Madagascar veniva scambiato in un intervallo compreso tra cinquecento e seicento dollari al chilo all'inizio della campagna 2019. Tuttavia, mentre la stagione continuava e il 2019 andava avanti conclusa con scorte ancora abbondanti nel paese, i prezzi sono crollati fino a trecentodieci dollari al chilo. Quando il prezzo della vaniglia scende di quasi il 50% e hai un paese fortemente dipendente dall'industria della vaniglia, diventa un problema. Come promemoria, la vaniglia rappresenta circa il 10% del PIL del Madagascar ”confida uno degli specialisti della vaniglia all'interno della piattaforma.

By |Novembre 3rd, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Rotta verso Ifaty e Mangily nel Sud del Madagascar

ROTTA VERSO IFATY E MANGILY, NEL SUD DEL MADAGASCAR Esistono forse nomi più curiosi (rispettivamente “cadavere” e “che prude”) per due località come Ifaty e Mangily, l’una più paradisiaca dell’altra? Questi villaggi dalla splendida laguna e dalla sabbia bianca fanno parte degli itinerari immancabili in Madagascar. IFATY E MANGILY: DUE VILLAGGI O UNO SOLO? Oggi per praticità si parla di Ifaty e Mangily come di un’unica località; alcuni si riferiscono a Ifaty come villaggio e a Mangily come spiaggia, altri usano Ifaty - Mangily come parola singola. La confusione nasce dalla successione di villaggi non chiaramente delimitati, e ancor di più dalla lunga spiaggia che in fin dei conti è un’unica spiaggia. Inizialmente e per come venne concepito dai locali, Ifaty indicava una serie di minuscoli villaggi situati prima di un’altra serie di minuscoli villaggi chiamata Mangily. Ifaty si trova in realtà quindi a sud di Mangily, a ventidue chilometri dalla famosa città di Toliara, e Mangily quanto a essa inizia leggermente più a nord, al terzo chilometro di Ifaty. Visti dall’acqua, l’impressione è quella di un unico lungomare. Mangily BARRIERA CORALLINA Con una barriera corallina di quaranta chilometri, la Laguna di Ifaty vi darà l’occasione di trascorrere delle ore meravigliose di divertimento sottomarino. Preparatevi a tuffarvi in acque turchesi e trasparenti, alla scoperta di un fondale inaspettatamente colorato e ricco. Per i neofiti, il “Massif des Roses” è l’appuntamento da non mancare: situato all’interno della Laguna, la sua acqua è poco profonda, cristallina e perfetta anche per chi non è un gran nuotatore. E’ qui che, chi lo desidera, può fare il suo battesimo subacqueo! Incluso il “Massif des Roses”, la Laguna di Ifaty propone dodici punti di immersione: all’interno della Laguna stessa, al suo esterno, e attraverso i Pass. Ifaty e Mangily sono raggiungibili con un qualsiasi mezzo dalla città di Toliara. Un’esperienza nell’esperienza sarà scegliere il percorso via mare (all’incirca un’oretta) tra le due località.

By |Novembre 28th, 2017|Categories: Blog|0 Comments

I 5 parchi nazionali più famosi del Madagascar

I parchi nazionali di Nosy Tanikely a nord, Isalo a sud, Analamazaotra a est, Ranomafana a sud-est e Bemaraha a sud-ovest sono i più popolari dei quindici siti aperti all'ecoturismo. Nel 2019, 167.061 turisti, pari al 72%, di coloro che hanno scelto i siti dei parchi nazionali del Madagascar, li hanno visitati. Nosy Tanikely e il suo parco marino ti stanno aspettando! Riconosciuto in tutto il mondo per la sua eccezionale biodiversità, lasciati incantare dalla bellezza del luogo e tuffati in acque trasparenti dove pesci di ogni genere nuotano tra i coralli. L'aspro massiccio del Parco Nazionale dell'Isalo è particolarmente impressionante Non solo il Madagascar ha una fauna fantastica, ma vanta anche paesaggi spettacolari. L'aspro massiccio dell'Isalo National Park è particolarmente impressionante e offre paesaggi che rivaleggiano con quelli degli Stati Uniti sud-occidentali. Questa formazione geologica giurassica è composta da aspre montagne e canyon che sono costantemente erosi dal vento e dalla pioggia. Anche se visitato principalmente per i suoi paesaggi, questo parco nazionale ospita anche 3 specie di lemuri, nonché vari uccelli, rettili e flora endemici. Parco nazionale di Analamazaotra , il posto migliore per osservare Indri Indri, Eulemur Fulvus o Hapalemur griseus La foresta pluviale e primaria Andasibe Perinet Mantadia Ananalazaotra è un habitat migliore per gli uccelli, che ospita 112 specie di uccelli che puoi vedere lì se parliamo solo di Martin pescatore, ibis crestato del Madagascar, d 'Casco ibis, da Nuthach Vanga, Blue Coua dal Madagascar, Coua dalla fronte rossa, Pigmou dal Madagascar, Ground Roler, Scally Ground Roler ... Inoltre, il più grande lemure del mondo chiamato Babakoto o indri-indri, con più di uno una dozzina di specie di lemuri notturni e diurni, merita una visita. In direzione di Andasibe, attraversare la riserva di Peyrieras, una riserva privata i cui rettili vengono raccolti dal più piccolo al più grande. Una volta raggiunta la tua destinazione, visiterai e caccerai prima nel Parco nazionale di Andasibe-Mantadia. Ranomafana ospita una grande ricchezza di animali e piante endemiche Ranomafana è il terzo parco nazionale più grande del Madagascar, con una superficie di quasi 410 km². Ospita una grande ricchezza di animali e piante endemiche (che possono essere trovate solo qui). Nel 1986, fu la primatologa Patricia Wright a scoprire lì il lemure bambù dorato e che negli anni successivi lavorò energicamente con altri scienziati per proteggere questa preziosa area forestale. Nel 1991, gli sforzi furono ripagati e Ranomafana fu ufficialmente dichiarata Parco Nazionale. Nello stesso anno Patricia Wright fonda ai margini del parco l'ormai famoso Centro ValBio, da decenni punto di partenza di innumerevoli progetti di ricerca scientifica nella Foresta di Ranomafana. Il Centro ValBio mira anche a ridurre la povertà dei paesi confinanti con il bosco, formare le persone alla conservazione delle specie, all'ecoturismo e all'ambiente e lavorare insieme per la sopravvivenza di Ranomafana. La tribù Tanala ("coloro che vivono nella foresta") è originaria di questa regione. Ranomafana è stata dichiarata patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2007. Come quasi tutti i parchi nazionali del Madagascar, questa foresta offre diversi percorsi escursionistici. Dall'escursione di tre ore più semplice all'escursione di tre giorni estremamente difficile, c'è qualcosa per ogni [...]

By |Ottobre 13th, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Camaleonte del Madagascar visto per la prima volta dopo 100 anni

Questo venerdì, 30 ottobre, un team di scienziati tedeschi e malgasci ha annunciato la riscoperta del misterioso camaleonte Voeltzkow, un magnifico animale sfuggito al rilevamento per un secolo, riferisce The Independent . I ricercatori hanno individuato il camaleonte durante una spedizione nel nord-ovest dell'isola. Nonostante il suo talento per il camuffamento, gli scienziati hanno ipotizzato che se l'animale non fosse stato visto per 100 anni, è perché vive solo durante la stagione delle piogge. Durante questi pochi mesi, lascia il suo uovo, cresce rapidamente, affronta i suoi rivali, compagni e partorisce a turno, prima di morire una vita frenetica. " È un po 'come le farfalle dei vertebrati ", dice lo zoologo bavarese Frank Glaw. Quando sono incinte, le femmine si adornano di colori sublimi, che hanno permesso la loro osservazione. I ricercatori stanno accompagnando il loro prezioso studio con un avvertimento: non solo i camaleonti di Voeltzkow sono animali fragili, ma il loro habitat è minacciato dalla deforestazione. È quindi necessario mettere in atto misure di protezione che consentano loro di vivere per molti altri secoli, anche fuori dalla vista.

By |Ottobre 31st, 2020|Categories: Blog|0 Comments

Un altro monumento storico di Antananarivo è stato riabilitato

Un luogo storico ad Antananarivo situato vicino al Palazzo Reale di Manjakamiadana ad Andohalo, il tribunale d'Ambatondrafandrana , è ora in fase di ristrutturazione. Questo a seguito dei lavori di riabilitazione realizzati in pochi mesi, con il finanziamento del Ministero della Comunicazione e della Cultura (MCC). “Questo sito fa parte del patrimonio nazionale dal 1978. Tuttavia, era in uno stato pietoso, a causa della mancanza di manutenzione negli ultimi anni. L'ultima ristrutturazione risale al 2006, curata dall'associazione amici del patrimonio. Tuttavia, la valorizzazione del nostro patrimonio storico fa parte della politica del ministero, da qui il lavoro di riabilitazione intrapreso. Inoltre, durante il progetto "Tagnamaro" realizzato nel 2019, si sono potuti realizzare alcuni piccoli lavori, tra cui la tinteggiatura. Grandi opere in calcestruzzo e legno, tra cui il rifacimento del tetto, dei pilastri, del giardino  sono ora completate ”, spiega Lalatiana Andriatongarivo, ministro responsabile.  D'ora in poi, questo sito è accessibile al pubblico in generale. Può anche ospitare eventi culturali, compresi quelli che espongono la storia. Gli agenti del MCC lo sorvegliano durante il giorno, prima che gli elementi delle forze di sicurezza prendano il sopravvento di notte. Gestione assicurata tramite il fondo "Lovako" Più di 170 patrimoni nazionali sono annoverati in tutto il Madagascar. Il MCC ne assicura la gestione, attraverso il fondo “Lovako”. Tutte le entrate raccolte da palazzi, musei e altri siti storici vanno a questo fondo. Sono utilizzati in particolare per finanziare i lavori di riabilitazione di questi siti. “In collaborazione con i dipartimenti regionali di comunicazione e cultura, stiamo individuando da due a tre siti per regione da riabilitare. Anche notabili e leader tradizionali partecipano alla loro identificazione, mentre il ministero si occupa di arbitrato. I relativi lavori sono già iniziati e proseguiranno nel 2021 ”, suggerisce il n ° 1 del MCC. Per informazione, la Corte di Ambatondrafandrana è l'antico palazzo di giustizia ai tempi dei reali, sin dal regno del re Andrianampoinimerina. La struttura in pietra, che ha l'aspetto di un tempio greco, fu però realizzata nel 1881 dall'architetto inglese John Parrett, durante il regno della regina Ranavalona II. Il suo stile greco ionico, con le 16 colonne, rappresenta i 16 regni di Merina.

By |Ottobre 10th, 2020|Categories: Blog|0 Comments
2020-10-20T16:40:21+01:00

Share This Story, Choose Your Platform!

Torna in cima